Festival della Luce copertina

È stato pubblicato da Editoriale Lariana l’album “Luce e oscurità”, che ripercorre i momenti più emozionanti della terza edizione del Festival della Luce 2016.

È un viaggio attraverso le immagini e le fotografie più suggestive del festival, unite ad alcuni interventi ed alcune frasi pronunciate dagli scienziati, dai filosofi e dagli organizzatori dell’evento.

Il Festival della Luce 2016

Anche a maggio 2016, infatti, si è svolto nella città di Como il Festival della Luce, il cui tema è stato la contrapposizione fra luce e oscurità. Nel magnifico panorama della città si sono svolti 15 eventi in 12 sedi, con 40 relatori, scienziati e artisti, che hanno portato a riflettere sul futuro della luce e sulle sue potenzialità, oltre che sui suoi utilizzi nell’arte e nella scienza, nei modi più vari e sorprendenti.

Tutto questo è stato possibile grazie all’impegno dell’Associazione Città della Luce e alla Fondazione Alessandro Volta, con la partecipazione e il sostegno di studenti, professori, ricercatori e professionisti che hanno contribuito alla buona riuscita del festival, il quale ha raccolto 10.000 presenze.

Gli eventi documentati

Come mostra l’album fotografico “Luce e oscurità” è stato fatto un percorso di interventi di personaggi di rilievo del mondo scientifico, filosofico e artistico che sono riusciti a dare una visione più completa e complessa al pubblico di ciò che si può fare e si fa con la luce.

Si possono vedere ad esempio alcune immagini della mostra sulla fotonica, che ha avuto luogo nella sala duecentesca del Broletto, curata da Maria Bondani, responsabile nazionale per il CNR del progetto europeo Photonics4all.

Inoltre vi sono fotografie delle presentazioni di Luca Novelli, di Dusan Chor, del Tenente Colonnello Matteo Donghi, che ha illustrato le tecniche spettroscopiche usate al RIS, e di molti altri protagonisti.

Possono forse risultare sorprendenti gli interventi di filosofi come Giulio Giorelli e Massimo Cacciari e di artisti quali Raimondo Galeano, con i suoi dipinti luminosi fra cui quello di un altro relatore, Edoardo Boncinelli.

ritratto Boncinelli di Raimondo Gaetano

Questi hanno affrontato il tema con un approccio più culturale e artistico, grazie al loro dibattito e all’esposizione di quadri fatti con la luce, visibili solamente al buio, quando la tela può sprigionare la luce precedentemente assorbita.

Fra i vari eventi di diverso tipo sono state realizzate delle conferenze spettacolo e delle performance musicali, anche con il supporto della tecnica di videomapping, oltre che una passeggiata sulle orme di Alessandro Volta.

Questi ed altri ancora sono gli eventi documentati nell’album sul Festival della Luce 2016 “Luci ed ombre”.